Demolizione e ricostruzione di abitazioni danneggiate dal sisma
L'intervento è la rivisitazione della tipologia appenninica in chiave contemporanea. Si colloca nell'ambito degli interventi di ricostruizuione successivi al terremoto dell'Aquila del 2009. Il volume si colloca ad ottimizzare le necessità di esposizione al soleggiamento e quelle di affaccio verso alcuni traguardi panoramici come il Gran Sasso d'Italia e le vallate sottostanti. Il volume abitativo è di fatto un sistema di collegamento interno tra i due livelli in cui si imposta il terreno in declivio e si impone alla vista di chi si avvicina all'abitato. Dall'interno come anche sulle terrazze esterne tutto è organizzato per permettere allo sguardo di spaziare lontano. I materiali delle facciate sono volutamente posti in contrasto: da una parte il legno e la pietra della tradizione appenninica, dall'altra l'intonaco ed il metallizzato dei parapetti che rimandano alla modernità dei processi produttivi. L'archetipo della casa montana (con struttura in legno) è posto in vista su un piedistallo (in cemento armato), con forme semplici e minimali movimentate solo dal disordine delle bucature.

Continuando, accetto che laq_architettura e il gruppo Houzz utilizzino cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i loro rispettivi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più sull'Informativa sulla Privacy di laq_architettura e l'Informativa sulla Privacy di Houzz.